lunedì 5 novembre 2012

Un talento colpisce un bersaglio che nessun altro può colpire;
un genio colpisce un bersaglio che nessun altro può vedere.
Arthur Schopenhauer


15 commenti:

  1. mi piacerebbe cominciare centrandone almeno uno di bersaglio.... ;-)

    RispondiElimina
  2. io mi accontenterei di identificarne almeno uno ;)

    RispondiElimina
  3. se ne vedo almeno tre-quattro senza volerne colpire nessuno, che razza di personaggio sarei? :) ciao

    RispondiElimina
  4. fa tanto Steve Jobs quest'aforisma

    RispondiElimina
  5. La sapeva lunga, il vecchio Art.
    Comunque preferisco sempre il talento, dovendo scegliere. :)

    RispondiElimina
  6. escludendo che io possa essere un genio e pure un talento,
    sarò mica il bersaglio???

    RispondiElimina
  7. Ammappate...che citazione colta. Me la segno!! :))

    RispondiElimina
  8. anto, non oso immaginare.

    francesco, in effetti, è un po' troppo ottimista.

    James, il vecchio art non perdeva un colpo. potendo scegliere, preferirei entrambi.

    cir, e ti pare poco, essere un bersaglio!!?? :)

    around, esagerata!

    fra, non ne avevo dubbi

    RispondiElimina
  9. io lo vedo, il bersaglio che altri non vedono. ma non lo colpisco.
    perchè dovrei ?

    RispondiElimina
  10. brutta cosa, essere un genio.

    RispondiElimina
  11. è che a volte il genio se lo inventa proprio il suo bersaglio...
    contento lui.

    maccciao!!

    RispondiElimina
  12. Sempre avuto un feeling con Schopenhauer. Intuitivo come pochi o nessuno.
    E belli e stimolanti anche i commenti.

    RispondiElimina
  13. scopro con rammarico di non essere né uno né l'altro!

    RispondiElimina
  14. confermo l'importanza di non essere il bersaglio

    RispondiElimina